pulizia del viso ad ultrasuoni

Riassunto:
La tecnologia degli ultrasuoni può essere utilizzata per effettuare una pulizia profonda del sivo, senza utilizzare alcun prodotto chimico. Scopriamo di cosa si tratta!

Generalmente, quando si parla di pulizia del viso si pensa immediatamente a qualcosa che si può effettuare direttamente a casa, sfruttando dei prodotti in vendita sul commercio, come maschere, scrub e strip o cerotti per eliminare i punti. In realtà, però, la pulizia del viso a casa non è l’unica soluzione che si può tenere in considerazione per eliminare in profondità le impurità del viso: difatti, la pulizia del viso ad ultrasuoni consente di eliminare i punti neri del viso, lasciando così la pelle pulita e luminosa. Questa tipologia di trattamento è suggerita anche per le pelli acneiche: difatti, la pulizia del viso ad ultrasuoni con acne consente di non diffondere una contaminazione batterica sulle aree sane del viso che, invece, si verifica quando si tocca troppo la pelle “spremendola”.

La stimolazione effettuata con un dispositivo a spatola, peraltro, favorisce la formazione di nuovo collagene e la rigenerazione delle cellule, andando pure ad attivare la circolazione ed eliminare le cellule morte. Il trattamento, effettuato in centri estetici da professionisti, ha una durata di circa 10-15 minuti e garantisce l’eliminazione delle impurità da tutto il volto, lasciandolo liscio e pulito. In caso di pelle delicata, peraltro, potrà verificarsi qualche arrossamento, ma non preoccupatevi, è del tutto normale visto che si va a stimolare determinate zone con una leggera pressione.

Naturalmente, prima di passare al trattamento vero e proprio, la pelle viene preparata adeguatamente con delle fasi che precedono la pulizia: dapprima si fa una detersione del volto con un prodotto specifico e, successivamente, viene fissato un laccio collegato alla macchina per scaricare la tensione che viene a crearsi con l’apparecchio ad ultrasuoni. Dopodiché, la professionista passerà all’azione con la spatolina che sarà pressata in ogni area del viso, dal mento sino agli angoli del naso, per eliminare i punti neri.  Per placare i rossori e prendersi cura della pelle, in seguito al trattamento, viene messa in posa una maschera lenitiva che fa diminuire eventuali rossori che si sono presentati in seguito alle pressioni effettuate dall’estetista. Infine, per completare il ciclo di trattamento si passerà all’applicazione di un siero idratante che va a nutrire in profondità la pelle e rigenerarla.

A lungo andare, il trattamento della pulizia ad ultrasuoni permette di affinare la grana, minimizzando i pori, rendere la pelle più compatta, luminosa e morbida ed a tenere sotto controllo la formazione di impurità come punti neri, brufoli e la pelle lucida derivante da un’eccessiva produzione di sebo.  Inoltre, affidandosi a questa tipologia di trattamento si permette alla pelle di assorbire in maniera corretta i trattamenti cosmetici. Proprio per questo è suggerito fare la pulizia ad ultrasuoni una volta al mese, così da ripetere in maniera ciclica la pulizia ed avere un volto sempre al top.

Ma chi non può effettuare la pulizia ad ultrasuoni? Le donne che stanno allattamento i propri bambini o sono in dolce attesa non possono sottoporsi a questo trattamento ad ultrasuoni, così come quelle che soffrono di pelle molto sensibile oppure hanno problemi di rosacea o couperose. Non è suggerita neppure se vi sono problemi di pelle infiammata da acne o lesionata. Ad ogni modo, ricordatevi di chiedere un esame della pelle prima di sottoporvi a questo trattamento: solo in questa maniera, riuscirete a capire che tipologia di pelle avete e se potete realmente sottoporvi a questa pulizia profonda della pelle. Il nostro suggerimento, peraltro, è quello di prendervi continuamente cura della pelle anche a casa, struccandovi ogni sera prima di andare a letto, effettuando uno scrub della pelle e idratandola in profondità con i prodotti più idonei in base al vostro tipo di pelle (grassa, secca, mista e normale).

Hosting wordpress a 1€ Hualma