Impianto Fotovoltaico con Pompa di Calore

Scegliere un impianto fotovoltaico abbinato a una pompa di calore rappresenta una scelta consapevole per ridurre consumi ed elevare il valore dell’abitazione. Questo binomio, agevolato dalle iniziative statali, può rivelarsi un investimento dal rendimento eccezionale, offrendo vantaggi molteplici in un’installazione rapida e agevole.

L’unione tra fotovoltaico e pompa di calore, infatti, non solo promette notevoli risparmi in bolletta, ma rappresenta un’opzione eco-friendly, poiché riduce al minimo le emissioni inquinanti.

Di fatto, come leggiamo in questo articolo che parla della trasformazione del settore energetico, sono sempre di più gli italiani che decidono di passare alle energie rinnovabili, diventando parte attiva in questo processo di transizione dalla dipendenza all’indipendenza energetica.

Se la tua obiezione principale riguarda il prezzo, considera che grazie agli incentivi statali, puoi recuperare rapidamente parte dell’investimento destinato alla ristrutturazione energetica.

Senza contare il fatto che le nuove tecnologie, come puoi leggere in questo articolo dedicato proprio alle tecnologie per la sostenibilità, consentono di abbattere i costi energetici senza rinunciare al comfort, perché ti garantiscono una climatizzazione perfetta in ogni stagione e produzione di acqua calda.

In questo articolo parleremo delle caratteristiche di un impianto fotovoltaico con pompa di calore, valutandone pro e contro. Rifletteremo anche sul prezzo e sull’effettiva convenienza di questa soluzione.

A scuola di sostenibilità: cos’è una Pompa di Calore

Prima di esplorare i vantaggi della combinazione di fotovoltaico e pompa di calore, ai fini della comprensione reale dei vantaggi e degli svantaggi, è importante che tu abbia chiaro in mente il funzionamento di entrambe le tecnologie.

In che modo la pompa di calore,combina efficienza, versatilità e basso consumo energetico?

Come leggiamo in questa pagine di Wikipedia, si tratta di una tecnologia che si basa sul prelievo di calore da fonti naturali come aria, acqua o suolo, e il successivo trasferimento all’interno dell’edificio attraverso un ciclo termodinamico: in pratica, nei mesi invernali, la pompa di calore estrae il calore esterno per riscaldare gli ambienti, mentre in estate fa la cosa inversa, assorbendo il calore interno e rilasciandolo all’esterno.

Questo, se ci pensi, è un sistema estremamente conveniente, poiché permette di sfruttare l’energia ambientale gratuita, riducendo così la dipendenza da fonti convenzionali.

Dato che la pompa di calore riesce a restituire più energia di quella assorbita, consente di ridurre due costi molto gravosi:

  • Il “costo” ambientale”, poiché permette di evitare l’utilizzo del gas e il consumo di elettricità;
  • il costo in bolletta, grazie al minor consumo di elettricità.

Ma come si abbinano fotovoltaico e pompa di calore?

Come già accennato, la pompa di calore permette di svincolarsi dal gas, poiché utilizza corrente elettrica.

Per massimizzare i benefici di questa soluzione, l’ideale è abbinare fotovoltaico e pompa di calore, in modo da ridurre ulteriormente l’impatto ambientale.

Considera che utilizzando una batteria di accumulo, tutta l’energia solare può essere utilizzata in secondo momento, anche in assenza di luce solare, ottimizzando al massimo le risorse disponibili.Oltre a questo, tieni in considerazione la possibilità di rivendere l’energia in eccesso: dal 1 gennaio 2024, infatti, puoi usufruire del Ritiro Dedicato, un sistema attraverso cui il GSE ti paga per ogni kW di energia pulita in eccesso che rimetti in rete.

Insomma, oltre alle possibilità di risparmio economico ed ambientale, tra le considerazioni sul tuo investimento, pondera anche questo potenziale vantaggio.

Volendo rispondere alla domanda cruciale: Conviene investire in un impianto fotovoltaico con pompa di calore?

Assolutamente sì. Integrare queste due fonti di energia consente di massimizzare i benefici, alimentando il compressore della pompa di calore con l’elettricità autoprodotta.

Il risultato è un taglio significativo sulla bolletta energetica e una drastica riduzione dell’impatto ambientale.

Ad occhio e croce, l’investimento sembra davvero sensato e vantaggioso.

Se cerchi maggiori informazioni per investire in energie rinnovabili, ti consigliamo di fare un salto su confronta-facile.it, un vero e proprio consulente di risparmio, che può guidarti con semplicità e chiarezza alla scoperta della soluzione perfetta!

Impianto fotovoltaico e Pompa di Calore: prezzi

Sicuramente ti starai chiedendo a quanto ammonta l’investimento iniziale.

Il costo di una pompa di calore varia in base al tipo di intervento, oscillando tra gli 800 €/kW e i 1700 €/kW. Per l’impianto fotovoltaico, i prezzi si collocano tra i 2500 € e i 3500 € per kWp. Tuttavia, incentivi fiscali significativi riducono notevolmente i costi.

Ti abbiamo già fatto menzione degli incentivi fiscali, che rendono le tecnologie a basso impatto ambientale accessibili a un pubblico più ampio. Gli investimenti iniziali, che potrebbero essere elevati e spaventare i consumatori, infatti sono compensati attraverso diverse misure, co,e il Bonus Casa, che ti permette di ottenere una detrazione al 50%, o come il Super Bonus 90%, attualmente valido fino a dicembre 2023.

Per essere aggiornato in maniera esaustiva su tutte le agevolazioni disponibili, puoi consultare il sito dell’Agenzia delle Entrate.

Il Rendimento Tangibile: Quanto si Risparmia con Fotovoltaico e Pompa di Calore

All’interno di un nucleo familiare, la spesa per il riscaldamento rappresenta il 75% del consumo energetico. Sfruttare un impianto fotovoltaico con pompa di calore può portare a un risparmio fino all’80% rispetto alle spese senza il sistema, che si traduce in risparmp tangibile e significativo, compreso tra gli 800 e i 900 € all’anno.

Questo, senza contare eventuale guadagno extra proveniente dalla vendita dell’energia in più, attraverso sistemi come il Ritiro Dedicato.