Prodotti per la pulizia del parquet

Quando si sceglie di avere un pavimento in parquet bisogna prestare particolare attenzione alla sua corretta conservazione. Perché sia sempre bello, lucido e duraturo nel tempo si può fare ricorso ad alcuni prodotti specifici per il legno; in commercio ne esistono molti, in particolare l’azienda Boen dal 1641 si occupa di costruzione e manutenzione di pavimenti in legno e offre tanti consigli e prodotti per la manutenzione del parquet.

Indicazioni Importanti per la pulizia, manutenzione e trattamento del parquet

Il pavimento in parquet essendo composto di legno, quindi da un materiale “vivo”, reagisce alle condizioni ambientali; in particolare i fattori di temperatura e umidità incidono sul parquet. In dettaglio, l’ambiente ideale per il pavimento in legno dovrebbe avere una temperatura compresa fra i 16 °C e i 22 °C e un’umidità fra il 45% e il 60%. Abitualmente questi valori vengono rispettati, ma risulta di una notevole utilità, durante l’inverno, utilizzare vaschette umidificatrici da appendere ai caloriferi, per evitare che il legno si ritiri.
Inoltre, il parquet reagisce anche all’aria e alla luce diretta e ne è in particolar modo sensibile nel primo periodo successivo alla posa. Ciò può provocare cambiamenti anche nel colore del legno. Per evitare ciò è importante ventilare sempre le stanze ed evitare esposizioni dirette alla luce troppo forte utilizzando delle tende alle finestre e spostando ogni tanto eventuali tappeti.
Per quanto riguarda la pulizia del parquet è indispensabile non utilizzare mai pulitrici a vapore, e, anche se il legno è trattato con prodotti che lo rendono idrorepellente, bisogna strizzare sempre bene i panni per la pulizia perché l’acqua potrebbe penetrare nel legno gonfiandolo e rovinandolo. L’utilizzo di candeggina ed alcool (non diluito), prodotti acidi ed abrasivi sono sconsigliati perché danneggiano irrimediabilmente il parquet.

Come rimuovere la polvere dal Parquet

Per rimuovere la polvere dal parquet è consigliabile l’utilizzo di panni antistatici che catturano la polvere e ne ostacolano il deposito. Questi panni sono facilmente reperibili in commercio e sono l’ideale per non rovinare e rigare il parquet. È, invece, sconsigliato l’utilizzo dell’aspirapolvere in quanto le rotelline o le setole delle spazzole possono rigare il legno; se la si vuole utilizzare è consigliabile acquistare l’accessorio specifico per i pavimenti in legno.

Prodotti per la pulizia del Parquet

Una volta rimossa la polvere, si può passare al lavaggio del parquet. Si effettua utilizzando un panno appena inumidito e ben strizzato, è raccomandato utilizzarne uno in microfibra. Si può bagnare con acqua (non calda), o acqua più un detergente neutro per pavimenti in legno, senza solventi e molto diluito. In commercio esistono molti prodotti per la pulizia del parquet ed alcuni sono specifici per le varie tipologie di pavimento: finito a vernice, a olio e a cera. Una volta asciutto si può procedere a lucidare passando un panno in cotone, seguendo le venature del legno.

La Manutenzione e i Trattamenti del Parquet

La manutenzione e i trattamenti del parquet non sono compresi nella pulizia ordinaria e la loro frequenza è legata soprattutto all’usura del pavimento. I tempi per questi accorgimenti variano da ogni mese ad una volta all’anno e queste tipologie di manutenzione dipendono dalla lavorazione del parquet stesso. In particolare:

  • Legni verniciati: bisogna effettuare trattamenti periodici (in media ogni tre mesi ma, se il pavimento è in buone condizioni, anche una volta all’anno) con prodotti protettivi in dispersione acquosa, che proteggano e ravvivino la vernice. Le modalità sono le stesse del lavaggio ma diluendo nell’acqua anche prodotti specifici protettivi, ravvivanti e rinforzanti che aumentano la resistenza all’abrasione, migliorano l’idrorepellenza, e, infine, agiscono su macchie, segni e difetti non troppo evidenti. Esistono in commercio anche prodotti per la pulizia del parquet smacchianti ma bisogna usarli con molta attenzione e solo su una piccola area (potrebbero intaccare la vernice e lasciare aloni).
    Per la protezione di pavimenti in legno usurati si può ricorrere all’utilizzo di speciali cere con effetto opaco o lucido, che però andranno rimosse con la levigatura tra un’applicazione e l’altra.
  • Legni cerati: la riceratura per questi tipi di parquet si deve effettuare più spesso, in media una volta al mese. Per prima cosa bisogna eliminare lo strato di cera passato precedentemente passando un panno umido, bagnato in una miscela di acqua e di solvente per cera. Il parquet va risciacquato e poi si procede ad applicare la cera, infine si lucida.
    In commercio si trovano cere in pasta e liquide, si consiglia di utilizzare quest’ultime perché sono più facili da applicare. Infine, per eliminare eventuali macchie si possono utilizzare solventi per cera da applicare solo nell’area macchiata.
  • Legni con finitura a olio: il trattamento si effettua in media ogni tre mesi. Bisogna passare l’olio sul parquet per nutrire e proteggere il legno. Non bisogna rimuovere l’olio posato in precedenza e basta semplicemente dare una nuova mano di prodotto, stendendolo nel verso naturale delle venature. La manutenzione e il trattamento a olio fa traspirare il parquet e l’effetto finale risulta molto naturale. Al contempo, però, il legno risulta più sensibile alle macchie ma, così come i graffi, possono essere lavorate con piccole levigature e compensate con olio di ripristino.

Ultime considerazioni sui prodotti per la pulizia, manutenzione e trattamento dei pavimenti in parquet

Spesso sono i produttori del pavimento in legno a raccomandare determinati prodotti per la pulizia, la manutenzione ed il trattamento del parquet, in quanto articoli compatibili e non specifici potrebbero compromettere l’aspetto del legno. È dunque utile chiedere consigli e indicazioni direttamente all’azienda produttrice.

Hosting wordpress a 1€ Hualma